Commento al Vangelo del 16 maggio 2018 – don Mauro Leonardi

Pubblicità

Gesù non viene per toglierci dal mondo: la nostra fede non è una vocazione astratta ma opera nella verità del reale che bisogna traversare consacrando sé stessi come dono d’amore che si offre per gli altri.

Poesia

Ascolto te che dici “Io non sono più nel mondo”
E tutto mi si fa buio.
Lo so.
So che tornerai.
So che non mi hai lasciata sola.
So che sarai con me.
So che sono custodita.
Ma tu non sei più del mondo.
E io si.
Ripetimi. Ripetimi ancora.
Ripetimi che siamo una cosa sola.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Gv 17, 11-19
Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]
«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.
Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

Potrebbe piacerti anche