Commento al Vangelo del 15 Febbraio 2020 – Padre Antonio Salinaro

275

Se li rimando digiuni alle loro case, verranno meno lungo il cammino; e alcuni di loro sono venuti da lontano». Preoccupato per la sorte di coloro che sono alla sua sequela, Gesù ci consegna la soluzione per la fame sia durante il cammino della vita, sia per la nostra sete di infinito … la condivisine del poco di ciascuno diventa cibo per tutti e la benedizione di Dio su ciò che possiamo donare si moltiplica tanto dà rimanerne…. un pane intero crea divisione un pane spezzato crea comunione … ci frega la paura di non avere abbastanza per noi… ma ci sono popoli che vengono meno lungo il cammino e di cui noi dobbiamo occuparci perché vengono da lontano e loro saranno la nostra sazietà di infinito!!! Buona giornata

A cura di p. Antonio Salinaro su Facebook


Mangiarono a sazietà.
Dal Vangelo secondo Marco  Mc 8, 1-10 In quei giorni, poiché vi era di nuovo molta folla e non avevano da mangiare, Gesù chiamò a sé i discepoli e disse loro: «Sento compassione per la folla; ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Se li rimando digiuni alle loro case, verranno meno lungo il cammino; e alcuni di loro sono venuti da lontano».  Gli risposero i suoi discepoli: «Come riuscire a sfamarli di pane qui, in un deserto?». Domandò loro: «Quanti pani avete?». Dissero: «Sette». Ordinò alla folla di sedersi per terra. Prese i sette pani, rese grazie, li spezzò e li dava ai suoi discepoli perché li distribuissero; ed essi li distribuirono alla folla. Avevano anche pochi pesciolini; recitò la benedizione su di essi e fece distribuire anche quelli. Mangiarono a sazietà e portarono via i pezzi avanzati: sette sporte. Erano circa quattromila. E li congedò. Poi salì sulla barca con i suoi discepoli e subito andò dalle parti di Dalmanutà.   Parola del Signore