Commento al Vangelo del 12 novembre 2017 – don Mauro Leonardi

191

Uscire incontro allo sposo è bello ma non è da innamorate uscire senza il desiderio di vedere in volto: uscire senza sapere di voler conoscere e riconoscere quell’amore che ci sta per sposare. Va bene uscire, va bene uscire vergini, cioè spogliati del proprio egoismo per riempirsi solo di Gesù, ma con la luce dello Spirito per riconoscerlo, con l’olio dell’amore che faccia ardere la nostra fede e ci faccia dire: “È lui” quando lo incontriamo.

Poesia

A volte mi carico l’animo, il cuore, la testa, la vita, di sentimenti, desideri, propositi, volontà, troppo grandi, troppo pesanti.
E allora comincio a non farcela.
Comincio ad abbandonarli.
A non prenderli.
E me ne vado in giro, mi metto a vivere, con quello che ho.
Con la speranza che basti.
Ma non basta mai.
E quando arrivi tu, che sei il nome della mia vita, il mio sposo, io non sono pronta.
Sono esaurita.
Sono spenta.

Insegnami la saggezza delle vergini sagge.
La saggezza dell’olio in piccoli vasi.
La saggezza di chi sa caricarsi il cuore e l’animo, la mente, la vita.
Solo di ciò che può portare.
Qualcosa di prezioso ma piccolo.
A piccole dosi.
Insegnami la saggezza delle vergini sagge.
La saggezza di chi aspetta non contando su quello che ha ma su quello che ha messo da parte. In più.
Per essere pronta.

C’è un tempo preciso per riempire il mio cuore piccolo del tuo olio.
Sei l’unico olio che mi fa ardere tutta la notte.
C’è un tempo preciso per fare scorta di te nel mio piccolo cuore.
Quando arriverà la stanchezza.
Mi addormenterò.
Cederò.
E la stanchezza arriverà di sicuro.
E io mi addormenterò e cederò di sicuro.
C’è un tempo preciso per fare scorta di te.
E ora riposo tranquilla.
Perché so che ho tutto pronto per il tuo arrivo.
Sarà un dolce risveglio.
Il mio amore arderà.
La tua porta si chiuderà.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 12 Novembre 2017 anche qui.

XXXII Domenica del Tempo Ordinario – Anno A

Mt 25, 1-13
Dal Vangelo secondo  Matteo

1Allora il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. 2Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; 3le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; 4le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. 5Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono. 6A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. 7Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. 8Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. 9Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”. 10Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. 11Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. 12Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”. 13Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 12 Novembre  – 18 Novembre 2017
  • Tempo Ordinario XXXII
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo A
  • Salterio: sett. 4

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]