Commento al Vangelo del 12 Maggio 2020 – Padre Antonio Salinaro

39

Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: Vado e tornerò da voi.

Ci troviamo all’interno del cenacolo raccontato dall’evangelista; Gesù sta aprendo il suo cuore ai suoi discepoli: racconta il padre, li raccomanda allo Spirito e prospetta ai suoi discepoli scenari futuri. Tutto questo non privo di sentimenti contrastanti, di avventure vitali e di conflitti del cuore!

Gesù rassicura!!! Non è mai vittimesco pur essendo una vittima e non è mai imbavagliato pur essendo prigioniero. Per questo ci invita a non farci guidare o invadere dalla paura! La paura, il turbamento, tutto quello che ci sconvolge emotivamente fanno parte del nostro DNA, accoglierla senza giudicarci è il modo migliore per gestirla! Per questo Gesù ci rassicura che le sue assenze sono passeggere e l’andare e tornare sono forse il modo migliore per stare in ogni relazione amorevole che non sia opprimente, dove ci sono spazi di libertà in cui sperimentare il proprio amore!

Andare al Padre è un modo di Gesù per stare con noi per sempre al di là del passare del tempo; ritornare è il modo che sceglie per stare con me e coltivare una relazione d’intimità con lui…Dio agisce sempre nel mio microcosmo vitale e nella storia del mondo… rallegrarsi per questo è d’obbligo: abbiamo chi pensa ai nostri interessi e al nostro futuro! Buona giornata.


AUTORE: p. Antonio Salinaro
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

ACCOUNT FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Articolo precedentedon Fabio Zaffuto – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2020
Articolo successivoDon Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2020