Cenacolo GAM – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2019 – Mt 5, 38-42

55

Da’ a chi ti chiede
Tutto l’insegnamento è questo: «Da’ a chi ti chiede»; sii generoso! Sempre mostrare le misericordia di Dio. «…e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle». Quando uno chiede un prestito, è facile voltare le spalle.
Gesù ci comanda di non rifiutare nulla a nessuno. «Se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due». Non rifiutare, in quanto possibile, nulla a nessuno. Gesù ha portato l’esempio del Samaritano. Chi è questo Samaritano? Un eretico. Il nome non lo conosciamo. Ecco un amore anonimo, senza nome e senza volto. Il Figlio di Dio, Gesù, si è nascosto sotto le sembianze anonime di questo samaritano e si pone sempre nelle file di coloro che amano semplicemente, in modo anonimo, senza farsi accorgere, che donano nascostamente. Che fermento di bontà c’è nel mondo! Dietro ogni anonimato, c’è Gesù. Per il cristiano il prossimo, qualunque fratello, diventa lo specchio in cui vede risplendere Gesù. Dietro al mio fratello, sta un impegno totale, poiché Gesù «si è sacrificato fino alla morte».
Per il Signore, ognuno di noi ha un valore eterno, qualche cosa di immensamente grande. Lo capiremo quando saremo di là.

La Parola per me, Oggi

Chi ama deve sopportare, donare e offrire in continuazione: «Da’ a chi ti chiede…». Dato che l’amore è offerta e donazione, la risposta dell’amore è sempre una sorpresa, una novità.

La Parola si fa Preghiera

Abbassa il mio capo, Signore, con la carezza della Tua mano, perché io cammini sulla terra confuso nella schiera di coloro che non alzano grida di vendetta, ma cantano la silenziosa forza del perdono. Gesù mite e umile di cuore rendi il mio cuore simile al tuo.

FonteCenacolo GAM

Il Cenacolo GAM si fonda essenzialmente sulla Parola di Dio e sulla preghiera.
Il Cenacolo GAM ama il Papa e la Chiesa a lui unita e gli promette fedeltà indiscutibile.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Io vi dico di non opporvi al malvagio.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 5, 38-42

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio” e “dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.
E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due.
Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.