Cenacolo GAM – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2019 – Gv 6, 60-69

2

«Volete andarvene anche voi?»

Le Parole di Gesù sulla sua Carne e sul suo Sangue sconcertano: «linguaggio duro», inaccettabile alla ragione umana. Non sono né gli scribi né i farisei (professionisti della contestazione) a trovare intollerabili le audacie di Gesù: sono i discepoli.

«Questo vi scandalizza?», cioè vi fa scompiglio nella fede? chiede Gesù; e si appella alla sua futura Ascensione, che sola rivelerà la qualità divina della sua Persona e delle sue Parole (che portano il soffio dello Spirito Santo e danno la vita). La ragione umana, in questo caso, lasciata alle sole sue forze, è incapace di accettare il mistero. La durezza del Vangelo è accolta solo da quelli che «vengono a Gesù» (cioè, credono) per un dono, per una grazia del Padre, che li illumina con lo Spirito Santo. Il Mistero dell’incredulità si annida anche nella cerchia dei discepoli.

Gesù pone la questione di fiducia ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Non è una domanda che muove dalla diffidenza. È una domanda che vuole provocare un impegno più personale e più deciso, cioè una risposta chiara. L’Eucaristia, Nuova Alleanza, esige impegno da parte nostra. Quale impegno? Quello dell’amore fraterno: «Amatevi gli uni gli altri». Pietro, a nome di tutti, fa una professione di fede che è un modello di adesione personale a Cristo: «Noi abbiamo creduto e conosciuto (prima credere, poi conoscere) che tu sei il Santo di Dio». L’Eucaristia è il “test” della nostra fede.

La Parola per me, Oggi

Gesù è la persona più affascinante. L’avventura più bella è incontrare Lui. Quando lo si è incontrato tutto cambia; la vita acquista una sinfonia di musica che non avremmo mai sospettato, diventa gioiosamente bella; la gioia pervade tutti i tessuti della nostra giornata, tutte le nostre azioni, i nostri pensieri.

La Parola si fa Preghiera

Signore Gesù, ci presentiamo davanti a te, sapendo che ci chiami e ci ami così come siamo. Aumenta la nostra fede. «Tu hai parole di vita eterna». (Giovanni Paolo II)

Un mese a Maria

 «Maria è la nuova tenda santa, la nuova arca dell’alleanza: con il suo «sì» alle parole dell’arcangelo, Dio riceve una dimora in questo mondo, Colui che l’universo non può contenere prende dimora nel grembo di una vergine» (Papa Benedetto XVI).

Padre nostro, Ave Maria (10 volte), Gloria.

[box type=”note” align=”” class=”” width=””]

FonteCenacolo GAM

Il Cenacolo GAM si fonda essenzialmente sulla Parola di Dio e sulla preghiera.

Il Cenacolo GAM ama il Papa e la Chiesa a lui unita e gli promette fedeltà indiscutibile.

[/box]

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 6, 60-69

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?».
Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono».
Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

[/box]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.