Biblioteca Francescana – Commento al Vangelo del 15 Aprile 2020

127

Ancora un incontro. Uno sconosciuto si accosta a due viandanti delusi e stanchi e li aiuta a rileggere, alla luce delle scritture, la loro esperienza con il Maestro. Niente, però, fa pensare al risorto. La parola di quest’uomo, tuttavia, scalda i cuori e riaccende la speranza.

Poi, nell’intimità di una casa, alcuni gesti ben noti donano luce agli occhi ed essi lo riconoscono. Di nuovo, però, egli sfugge alla loro vista, lasciandoli nello stupore: «Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le scritture?».

Ripensano, allora, al cammino fatto al suo fianco e i cuori si inebriano di una gioia mai assaporata prima d’ora. E i passi corrono senza affannarsi; l’annuncio giunge ad altri lidi: «Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone».

Dal Calendario del Patrono d’Italia 2020 – Ed. Biblioteca Francescana