Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 28 Gennaio 2021

190

- Pubblicità -

Il Regno di Dio descritto per mezzo delle parabole

Oggi, il messaggio di Gesù, riguardo al “Regno”, insegna la sua scarsa importanza quale potere temporale, sebbene eserciti una “sovranità” reale e profonda nelle anime. E’ paragonabile a un chicco di senapa, il più piccolo di tutti i semi; è come il lievito, una porzione molto piccola, paragonata con tutta la massa, ma determinante per il risultato finale.

E’ come il seme che viene sparso sulla terra e lí soffre diverse mutazioni: lo beccano gli uccelli, lo soffocano le erbacce, o matura e dà molto frutto. In un’altra parabola, il seme del regno cresce, ma un nemico seminò in mezzo della zizzania che crebbe assieme al frumento e solo alla fine viene separata. Questa misteriosa “sovranità di Dio” appare anche quando Gesù la paragona a un tesoro sotterrato in un campo: chi lo trova, vende tutto ciò che ha per poter comprare il campo, e così poter venire in possesso del tesoro.

– La comunione con te, Gesù, è la “perla preziosa” che vale più di ogni altra cosa.


Il commento è tratto dai testi di Benedetto XVI. A cura di evangeli.net

Articolo precedenteAlmanacco di venerdì 28 Gennaio 2022
Articolo successivoContemplare il Vangelo del 28 Gennaio 2022