Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 26 Ottobre 2021

98

La “misura di Dio ” (Parabola del granello di senape)

Oggi, siamo possibilmente di fronte a una nuova epoca della storia della Chiesa, nella quale rivediamo una cristianità simile a quel granello di senape, che sta già risorgendo in piccoli gruppi, apparentemente poco significativi, però che impiegano la loro vita per introdurre Dio nel mondo.

I percorsi di Dio non portano mai a risultati misurabili rapidamente, questo si può verificare vedendo come Gesù finì sulla croce: la misura che utilizza Dio non è quella delle statistiche precise. Tuttavia quello che accadde con il granello di senape e un po’ di lievito, fu qualcosa di una enorme importanza e decisivo, anche se i discepoli di Gesù, all’epoca, non se ne resero conto. Per conoscere i risultati di questi argomenti, bisogna dimenticarsi completamente di proporzioni quantitative.

-Non siamo una azienda che si contabilizza facendo calcoli del tipo “stiamo vendendo molto”. Signore, desidero offrirti il servizio della mia vita e lasciarla nelle tue mani. Tu metterai “l’incremento” quando e come Tu vorrai.


Il commento è tratto dai testi di Benedetto XVI. A cura di evangeli.net

Articolo precedenteContemplare il Vangelo del 26 Ottobre 2021
Articolo successivoMissio Ragazzi – Commento alle letture di domenica 31 Ottobre 2021 per giovani