Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 24 Marzo 2022

116

- Pubblicità -

L’operare di Cristo nello Spirito Santo ci libera dal demonio

Oggi, consideriamo che Cristo, agendo con lo Spirito Santo, si fa presente tra noi e ci difende dal male. E`assurdo che il demonio espella il demonio! Abbiamo buon senso: è Cristo che -con il “dito” di Dio- scaccia i demoni!

L’annuncio del Regno è “evento”: Parola di Dio in Persona. Questo annuncio è anche una lotta contro le forze del male. Il mondo antico visse la apparizione della fede cristiana come una liberazione dal timore dei demoni che, nonostante lo scetticismo e il razionalismo illuminista, era ovunque. Per noi c’è un solo Dio e un solo Signore, Gesù Cristo (cfr 1 Cor 8,4): In questa affermazione c’è una forza liberatrice, il grande esorcismo che purifica il mondo. Per molti “dei” che fluttuino nel mondo, solo uno é Dio e Signore!

Con Gesù Cristo, Dio è entrato nella storia in un modo totalmente nuovo: viviamo in modo singolare, il tempo di conversione e di penitenza, e anche il tempo della gioia.


Il commento è tratto dai testi di Benedetto XVI. A cura di evangeli.net

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 24 Marzo 2022
Articolo successivoAlmanacco di giovedì 24 Marzo 2022