Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2020

622

Vocazione di Matteo : Gesù ci chiama dal posto di lavoro

Oggi, Matteo è chiamato dal suo posto di lavoro, a seguire Gesù. Solo nel racconto di alcune chiamate si cita il lavoro che gli interessati stavano svolgendo. Pietro, Andrea, Giacomo e Giovanni sono chiamati mentre stavano pescando; Matteo mentre stava riscuotendo le tasse. Si tratta di mestieri di poca importanza! La chiamata di Gesù arriva, di conseguenza, anche a persone di basso strato sociale, mentre svolgono il loro lavoro ordinario.

Matteo risponde immediatamente alla chiamata di Gesù: “Egli, si alzò e lo seguì”. La frase così concisa, sottolinea chiaramente la prontezza di Matteo alla risposta della chiamata. Questo significava per lui, abbandonare tutto, soprattutto una fonte di guadagno sicura, anche se spesso, ingiusta e disonesta. Evidentemente Matteo comprese che l’intimità con Gesù non gli avrebbe più permesso di continuare con una attività disapprovata da Dio.

Con questo “alzarsi” si può vedere il distacco da una situazione di peccato e, allo stesso tempo, l’adesione cosciente a una nuova esistenza, retta, in comunione con Cristo.

Il commento è tratto dai testi di Benedetto XVI. A cura di evangeli.net


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 2, 13-17 In quel tempo, Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì. Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangia e beve insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori». Parola del Signore