Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 15 Novembre 2019

390

Il Giudizio Finale: risposta alle ingiustizie della storia

Oggidì, l’idea del Giudizio Finale sembra dissolta: la fede cristiana si orienta soprattutto verso la salvezza individuale dell’anima; la riflessione sulla storia universale, invece, viene dominata in gran parte dall’idea del “progresso”.

L’ateismo dei secoli XIX e XX, per le sue radici e per i suoi fini, è un moralismo, una protesta contro le ingiustizie della storia: tanta sofferenza degli innocenti e tanto cinismo del potere non possono essere opera di un Dio buono.

Ma, sebbene sia comprensibile la protesta contro Dio, la pretesa che l’umanità possa fare giustizia senza Dio risulta presuntuosa e intrinsecamente falsa. Se da questa premessa procedono le più grandi crudeltà, non è per caso.

Un mondo che deve creare la propria giustizia da sé stesso, è un mondo senza speranza. La fede nel Giudizio Finale e nel ritorno di Cristo, è, innanzitutto, una speranza, la cui necessità si è resa ancora più evidente precisamente nelle convulsioni degli ultimi secoli.

Fonte: evangeli.net

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Così accadrà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo si manifesterà.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 17, 26-37
 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
 
«Come avvenne nei giorni di Noè, così sarà nei giorni del Figlio dell’uomo: mangiavano, bevevano, prendevano moglie, prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca e venne il diluvio e li fece morire tutti.
 
Come avvenne anche nei giorni di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; ma, nel giorno in cui Lot uscì da Sòdoma, piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece morire tutti. Così accadrà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo si manifesterà.
 
In quel giorno, chi si troverà sulla terrazza e avrà lasciato le sue cose in casa, non scenda a prenderle; così, chi si troverà nel campo, non torni indietro. Ricordatevi della moglie di Lot.
 
Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la manterrà viva.
 
Io vi dico: in quella notte, due si troveranno nello stesso letto: l’uno verrà portato via e l’altro lasciato; due donne staranno a macinare nello stesso luogo: l’una verrà portata via e l’altra lasciata».
 
Allora gli chiesero: «Dove, Signore?». Ed egli disse loro: «Dove sarà il cadavere, lì si raduneranno insieme anche gli avvoltoi».

Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.