Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 10 Gennaio 2020

689

Rivelazione dell’origine di Gesù

Oggi, la gente di Nazareth esprime la propria ammirazione –che si trasforma in incredulità- perché si accorgono che Gesù non interpreta le parole della Sacra Scrittura, come di abitudine, ma che, con una autorità inaudita, le riferiva a sé stesso e alla Sua missione. Gli auditori si intimidiscono di questa relazione con la Scrittura… e, nella sinagoga la paura finisce trasformandosi in opposizione: “Non è questo il falegname, il figlio di Maria?”.

Tuttavia, allo stesso tempo, si domandano: “Da dove gli vengono queste cose? (…). E i prodigi compiuti dalle sue mani?” (Mc 6,2). L’origine di Gesù è allo stesso tempo nota e sconosciuta.

I Vangeli pretendono rispondere a queste domande. Matteo inizia il suo Vangelo con la genealogia di Gesù; vuol mettere sotto la luce corretta, fin dal principio, la domanda sull’origine di Gesù: la genealogia è una specie di titolo per tutto il Vangelo. Luca, a sua volta, mette la genealogia all’inizio della vita pubblica, come una specie di presentazione di Gesù, anticipando tutto ciò che poi narrerà.

Oggi si è compiuta questa Scrittura.
Dal Vangelo secondo Luca Lc 4, 14-22a In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode. Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaìa; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto: «Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l’unzione, e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio, a proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; a rimettere in libertà gli oppressi e proclamare l’anno di grazia del Signore». Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato». Tutti gli davano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca. Parola del Signore

Il commento è tratto dai testi di Benedetto XVI. A cura di evangeli.net


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI