Benedetto XVI – Commento al Vangelo del 1 Novembre 2021

113

Tutti i Santi

Oggi contempliamo il “mistero della comunione dei santi” del cielo e della terra. Non siamo soli; siamo circondati da una grande nube di testimoni: con loro formiamo il Corpo di Cristo. Il glorioso esercito dei santi, intercede per noi presso il Signore; ci accompagna nel nostro cammino verso il Regno e ci stimola a mantenere il nostro sguardo fisso in Gesù.

Il Vangelo di questa festa ci presenta l’annucio delle “Beatitudini”. In realtà, il beato per eccellenza è solo Gesù Cristo. In effetti, Lui è il vero povero di spirito, colui che piange, il mite, il misericordioso… Le Beatitudini ci mostrano la fisionomia spirituale di Gesù dimostrandoci così il mistero della sua passione e l’allegria della sua risurrezione. Questo mistero, che è il mistero della vera beatitudine, ci invita a seguire Cristo e così al percorso che lì ci conduce.

-Anche noi possiamo partecipare della sua beatitudine. Con Lui l’impossibile si fa possibile: con il suo aiuto possiamo riuscire ad essere perfetti come il Padre celestiale.


Il commento è tratto dai testi di Benedetto XVI. A cura di evangeli.net

Articolo precedenteContemplare il Vangelo del 1 Novembre 2021
Articolo successivoCommento al Vengelo del 1 Novembre 2021 – Monaci Benedettini Silvestrini