Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 8 Settembre 2020

96

Medita

Il brano ci dice come venne al mondo Gesù, che è stato fatto per opera dello Spirito Santo. Si mette in evidenza il “Sì” di Maria al progetto del Padre che ci ha donato la salvezza, e si racconta come Giuseppe entra nella storia di Gesù.
L’ annuncio dell’angelo fa capire a Giuseppe che, con Maria, è parte di qualcosa di più grande rispetto al loro amore umano: sono parte della storia d’amore di Dio per noi.
Il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo, ma scopriamo che l’annuncio è fatto alla coppia, alla sposa e allo sposo insieme. Dio non ruba spazio alla famiglia, la coinvolge tutta, il giusto e la vergine innamorati. E chiede loro un “Sì” plurale, che diventa creativo perché è la somma di due cuori, di molti sogni e moltissima fede.
Il passo ci fa comprendere come noi entriamo in contatto con Dio. Il dono è fatto in Maria da Dio; Giuseppe entra in contatto con Gesù per mezzo di Maria; il tutto è frutto di una forte fiducia e amore per l’altro, accompagnati da una solida fede in Dio.

Rifletti

Anche i nostri piccoli “Sì” alla volontà di Dio, nella relazione con chi vive accanto a noi, sono portatori di benedizione e di salvezza per noi e per chi verrà dopo di noi. La tua vita è aperta al progetto di Dio in Te? Come vivi le relazioni in coppia e in famiglia?

Prega

O Vergine nascente,
speranza e aurora di salvezza al mondo intero,
volgi benigna il tuo sguardo materno a noi tutti,
qui riuniti per celebrare e proclamare le tue glorie!
O Vergine fedele,
che sei stata sempre pronta e sollecita ad accogliere,
conservare e meditare la Parola di Dio,
fa’ che anche noi, in mezzo alle drammatiche vicende della storia,
sappiamo mantenere sempre intatta la nostra fede cristiana,
tesoro prezioso tramandatoci dai Padri!
O Vergine potente,
che col tuo piede schiacci il capo del serpente tentatore,
fa’ che realizziamo, giorno dopo giorno, le nostre promesse battesimali,
con le quali abbiamo rinunziato a Satana, alle sue opere ed alle sue seduzioni,
e sappiamo dare al mondo una lieta testimonianza della speranza cristiana.
O Vergine clemente,
che hai sempre aperto il tuo cuore materno alle invocazioni dell’umanità,
talvolta divisa dal disamore ed anche, purtroppo, dall’odio e dalla guerra,
fa’ che sappiamo sempre crescere tutti, secondo l’insegnamento del tuo figlio,
nell’unità e nella pace, per essere degni figli dell’unico Padre celeste.
Amen.
(San Giovanni Paolo II)


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER