Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 6 Dicembre 2019

320

Medita

Due ciechi lo seguirono: deve essere stata proprio forte la loro fiducia in Gesù, per potersi mettere in cammino dietro di lui, senza sapere dove andare e senza averlo mai visto. Gli gridano “Abbi pietà di noi!”. Il verbo gridare ci fa comprendere ed entrare nella paura e nell’angoscia provata dai due, ma anche nella fermezza della loro richiesta: sono consapevoli di chi sono e di chi hanno di fronte, certi di non meritare la guarigione, ma fiduciosi nell’amore gratuito del Signore.

Gesù non risponde subito, ma i due ciechi non si arrendono, continuano a seguirlo lungo il cammino, perseveranti. Il miracolo infatti avviene in una casa e solo dopo aver ribadito la forza e la fermezza della loro fede: “Sì, o Signore, ci crediamo!”. Il Dio a cui ci rivolgiamo è compassionevole e conosce ciò di cui ha bisogno e, da Padre, farebbe di tutto per rispondere ad ogni nostra necessità.

E si aprirono loro gli occhi: Gesù ci dà la chiave per spalancare il nostro sguardo, allargare le nostre vedute e riconoscere la bellezza che viene da Lui.

Rifletti

Se adesso vi chiedessi: “Credete che Gesù è il Figlio di Dio? Credete che può cambiarvi il cuore? Credete che può far vedere la realtà come la vede Lui, non come la vediamo noi? Credete che Lui è luce, ci dà la vera luce?”, cosa rispondereste? Ognuno risponda nel suo cuore. (Papa Francesco)

Prega

Chiesi a Dio di essere forte
per eseguire progetti grandiosi:
egli mi rese debole per conservarmi nell’umiltà.
Domandai a Dio che mi desse la salute
per realizzare grandi imprese:
Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.
Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:
mi ha fatto povero per non essere egoista.
Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me:
Egli mi ha dato l’umiliazione perché io avessi bisogno di loro.
Domandai a Dio tutto per godere la vita:
mi ha lasciato la vita perché potessi apprezzare tutto.
Signore, non ho ricevuto niente di quello che chiedevo,
ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno
e quasi contro la mia volontà.
Le preghiere che non feci furono esaudite.
Sii lodato; o mio Signore, fra tutti gli uomini
nessuno possiede quello che ho io!
(Kirk Kilgour)

Fonte: Ascolta e Medita – Dicembre 2019 curato da Tommaso Rizzo e Rebecca D’Andrea – Arcidiocesi di Pisa – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi


Gesù guarisce due ciechi che credono in lui.
Dal Vangelo secondo Matteo Mt 9, 27-31   In quel tempo, mentre Gesù si allontanava, due ciechi lo seguirono gridando: «Figlio di Davide, abbi pietà di noi!». Entrato in casa, i ciechi gli si avvicinarono e Gesù disse loro: «Credete che io possa fare questo?». Gli risposero: «Sì, o Signore!». Allora toccò loro gli occhi e disse: «Avvenga per voi secondo la vostra fede». E si aprirono loro gli occhi.   Quindi Gesù li ammonì dicendo: «Badate che nessuno lo sappia!». Ma essi, appena usciti, ne diffusero la notizia in tutta quella regione. Parola del Signore