Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2021

74

Medita

Perché lo spirito impuro riconosce subito Gesù? Perché il male da sempre conosce l’opera di Dio e la combatte. Lo spirito qui sembra essere stupito, quasi si sorprende che Dio sia sceso sulla terra. Che Dio abbia deciso di vincere il male in modo definitivo, mandando il Figlio. Che Dio voglia sottrarre ad uno ad uno i suoi figli al potere del male.

In un commento antico sui salmi (Midrash sui Salmi 8, 2) si racconta che gli angeli in cielo protestano perché Dio sta per dare la Torah ad Israele sul Sinai. Gli angeli chiedono di porre la Legge in cielo, non sulla terra: “Noi siamo santi e puri, e la tua Torah è santa e pura”.
Ma Dio ribatte agli angeli: “È impossibile che la Torah sia messa in pratica da voi, perché presso di voi non esiste né procreazione, né impurità, né morte, né malattia, ma siete tutti santi. Invece nella Torah non si parla d’altro che di cose come queste”.

Dio quindi dona la sua Legge agli uomini sulla terra, affinché nella condizione mortale siano in relazione con lui. E quando viene la pienezza dei tempi non esita a compiere il passo definitivo, in Gesù, nella sua carne.

Per riflettere

Ogni tanto ci scappa di pensare (magari ci correggiamo subito): “Ma cosa vuoi da me, Signore?”. Cosa vuoi ancora? Non va già bene così, non ci possiamo fermare un attimo?

Preghiera finale

Tu sei pazienza. Tu sei bellezza. Tu sei sicurezza. Tu sei la pace.
Tu sei gaudio e letizia. Tu sei la nostra speranza.
Tu sei giustizia. Tu sei temperanza. Tu sei ogni nostra ricchezza.
Tu sei bellezza. Tu sei mitezza.
Tu sei il protettore. Tu sei il custode e il difensore nostro.
Tu sei fortezza. Tu sei rifugio.
Tu sei la nostra speranza. Tu sei la nostra fede.
Tu sei la nostra carità. Tu sei tutta la nostra dolcezza.
Tu sei la nostra vita eterna, grande e ammirabile Signore,
Dio onnipotente, misericordioso.
(San Francesco)


AUTORE: Consiglio Diocesano di Azione Cattolica di Pisa, Beatrice Granaroli
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi