Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 30 Ottobre 2020

80

Medita

Gesù mette in evidenza ancora come la legge dell’amore sia quella che deve regolare naturalmente la vita degli uomini nella relazione reciproca: aiutare una persona nel bisogno, dare la propria disponibilità senza condizioni e senza scuse ipocrite…
Dio stesso propone di non calibrare la propria esistenza su regole di comportamento rigide e formali. Propone piuttosto di dare un senso alle regole stesse così che quel sabato, giorno del riposo, non si realizzi tanto all’insegna del dolce far niente, ma sia dedicato al riconoscimento, alla valorizzazione e al godimento di quanto di buono abbiamo ricevuto da Dio, come espressione di tutto questo, all’amore verso il prossimo che ci deve trovare sempre pronti, disponibili, (in gergo scout “con le maniche arrotolate”) come espressione di profonda condivisione nella gratitudine.

Rifletti

Riusciamo a fare del nostro riposo un momento di ricarica basato sulla gratitudine?

Preghiera finale

Signore, ti ringrazio della mia vita
e delle occasioni che mi dai
per renderla fruttuosa
nella condivisione e nell’amore.


AUTORE: Consiglio Diocesano di Azione Cattolica di Pisa, Giovanni Mascellani, Luisa Prodi
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER