Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 3 Luglio 2020

147

Medita

La resurrezione è un evento realmente accaduto perché fa parte della storia. I discepoli, infatti, hanno riscontrato realmente Gesù vivo, dopo che era stato crocifisso; quando, come e dove Lui ha voluto.
Tommaso, uno degli apostoli, stenta a credere perché vuole vedere, e Gesù lo accontenterà. Il comportamento di Tommaso è umanamente comprensibile perché sia la resurrezione che la creazione sono opere di Dio, e come tali non possono venire provate da una constatazione di tipo scientifico umanamente comprensibile.
Questi eventi, resurrezione e creazione, devono essere accolti solo con la Fede, anche se c’è un dato storicamente sicuro: la testimonianza dei discepoli.

Rifletti

Perché mi hai veduto, Tommaso, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!

Prega

O Padre, fa’ che insieme all’apostolo Tommaso
riconosciamo nel Cristo il nostro Signore e il nostro Dio,
e testimoniamo con la vita la fede che professiamo.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER