Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 28 Gennaio 2020

344

Medita

Immagino come possa essersi sentita Maria, madre di Gesù, di fronte alla risposta “Chi è mia madre? E chi sono i miei fratelli?”. Avrà provato anche Lei un senso di delusione? Perché questo accadrebbe a qualsiasi madre o a qualsiasi fratello che sono su questa terra. Per quanto sia forte il legame che ci unisce ai nostri cari, noi madri, noi fratelli e sorelle faremmo davvero fatica a capire quelle parole; le valuteremmo quasi come una mancanza di rispetto. Ma Gesù rovescia ogni logica comune e lo fa sempre per amore. Un amore che non tralascia nessuno e va ben oltre quelli che sono i rapporti di parentela: ci considera tutti come madri, sorelle, fratelli, donando a ciascuno in eguale misura amore, protezione, perdono. Siamo quindi famiglia perché, ognuno nel suo ruolo, percorriamo la strada della “volontà di Dio”. Accomunati da questo senso di appartenenza che ci spinge a guardare oltre e a riconoscere come fratelli tutte le persone che incontriamo nel nostro viaggio; tutti figli di un unico Padre.

Rifletti

Cosa rappresentano per me mia madre, mio fratello, mia sorella? So accogliere parenti e amici, ma soprattutto chi da me è più lontano, con il desiderio di un incontro autentico e profondo?

Prega

Signore, aiutaci a vedere la madre, il fratello,
la sorella, nelle persone che incontriamo.
Facci semplici, alleggerisci il nostro animo
dall’egoismo, dall’orgoglio, dalla presunzione.
Donaci uno sguardo limpido che sappia andare oltre le apparenze.
Facci diventare madre, fratello, sorella per chi è solo.
Rendici umili, perché anche noi possiamo accettare l’aiuto dell’“altro”.
Veglia su di noi, Signore ed insegnaci l’Amore.

Fonte: Ascolta e Medita – Gennaio 2020 curato da Domenico Coviello, Angela Castino – Arcidiocesi di Pisa – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi


Chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 3 ,31-35 In quel tempo, giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo. Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano». Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre». Parola del Signore