Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 25 Giugno 2020

116

Medita

Dove sta il segreto di una vita piena, bella e realizzata?
Gesù contrappone l’opera di due costruttori e richiama l’attenzione non verso l’esteriorità dell’edificio, ma sulle fondamenta.
Esse non si vedono, eppure sono la parte più importante della casa perché determinano la sua stabilità e, quindi, il suo futuro. Altrettanto vale per il cristiano, sono le scelte maturate nel silenzio e nella preghiera che costituiscono le fondamenta di una santità evidente.
Mettersi in ascolto della Parola è un passaggio fondamentale, ma inutile se non è seguito da una messa in pratica “a regola d’arte”. Non ci sono vie di mezzo, o la casa rimane saldamente al suo posto nel tempo, oppure crolla in mille pezzi.
Sulla vita del discepolo si abbattono tempeste, venti, tuoni e fulmini come su quella di qualunque altro uomo, ma se è fondata sulla roccia che è Cristo, non dovrà temere.

Rifletti

Quali sono le fondamenta della mia vita?

Prega

Aiutaci, o Signore della vita,
a fondare sempre la nostra casa
sulla salda roccia
della tua Parola viva.
Guidaci con il tuo Spirito
perché non ci lasciamo mai irretire
dalle false promesse del mondo,
ma aderiamo con tutto il cuore
a quello che tu ci comandi,
perché in esso è il nostro vero bene.
Amen.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER