Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 25 Gennaio 2020

338

Medita

Gesù invia i suoi discepoli ad annunciare il Vangelo, in tutto il mondo e ad ogni creatura. Non vuol dimenticare nessuno, desidera che tutti conoscano la Parola, perché ognuno si possa salvare. Qualcuno crederà e qualcuno no; egli infatti ci invita a credere ma non ci impone di osservare la sua legge. Ci ha donato anche la libertà per poter scegliere. L’uso sapiente di questa libertà determinerà la distinzione tra colui che crede e colui che sceglie di fare a meno di Gesù. Nell’ottica dell’insegnamento del Signore la fede guida il percorso del cristiano autentico, che ha scelto di credere e gli permette di affrontare e accettare anche le più grandi sofferenze e difficoltà terrene. A chi crede Gesù dona la forza per combattere il male, la grazia di saper amare, uno spirito forte che non verrà indebolito dalle cattiverie umane. Lo fa testimone della fede.

Rifletti

La fede è una sfida che non sempre vogliamo affrontare, forse per paura o perché ci sembra troppo impegnativa. Chiediamo a Gesù di aiutarci a scegliere di credere e di camminare nella fede.

Prega

O Signore, fa’ di me uno strumento della tua Pace:
dove è odio, fa’ ch’ io porti l’Amore.
Dove è offesa, ch’io porti il Perdono.
Dove è discordia, ch’io porti l’Unione.
Dove è dubbio, ch’io porti la Fede.
Dove è errore, ch’io porti la Verità.
Dove è disperazione, ch’io porti la Speranza.
Dove è tristezza, ch’io porti la Gioia.
Dove sono le tenebre, ch’io porti la Luce.
(San Francesco d’Assisi)

Fonte: Ascolta e Medita – Gennaio 2020 curato da Domenico Coviello, Angela Castino – Arcidiocesi di Pisa – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi


Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 16, 15-18 In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno». Parola del Signore