Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 25 Dicembre 2020

83

Medita

Dio prorompe nella storia e nelle nostre vite. Viene a portarci un messaggio di pace e salvezza. Di fronte a questo brano rimaniamo in silenzioso ascolto della Parola di Dio. Cerchiamo di rileggere la nostra vita alla luce della fede. Proviamo a scorgere la presenza del Signore e capire come ha cambiato o riorientato le nostre esistenze. Lodiamo Dio per l’Amore senza eguali con cui ci ha amato e continua ad amarci.

Per riflettere

Nella gioia profonda del Natale, contempliamo il mistero dell’incarnazione.

Preghiera finale

Sono nato nudo, dice Dio,
perché tu sappia spogliarti di te stesso.
Sono nato povero,
perché tu possa soccorrere chi è povero.
Sono nato debole, dice Dio,
perché tu non abbia mai paura di me.
Sono nato per amore
perché tu non dubiti mai del mio amore.
Sono una persona, dice Dio,
perché tu non abbia mai a vergognarti di essere te stesso.
Sono nato perseguitato
perché tu sappia accettare le difficoltà.
Sono nato nella semplicità
perché tu smetta di essere complicato.
Sono nato nella tua vita, dice Dio,
per portare tutti alla casa del Padre.
(Lambert Noben)


AUTORE: Consiglio Diocesano di Azione Cattolica di Pisa, Beatrice Granaroli
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi