Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 24 Novembre 2021

29

Il Vangelo ci ricorda che è importante perseverare e restare radicati nella verità di Gesù Cristo. Durante la nostra vita subiremo tentazioni, soffriremo pene, dispiaceri, incomprensioni, crisi di disperazione di ogni tipo, ma per quanto dolorose e vane possano sembrare le cose terrene, la vittoria sulla rovina definitiva, eterna e assoluta è nelle mani di Cristo.
I discepoli di Gesù possono far fronte a tutte le persecuzioni e trionfare su di esse, aiutati e fortificati dalla grazia del Signore.

Per riflettere

So essere un testimone del Vangelo o per paura mi nascondo quando è il momento di agire o parlare?

Preghiera finale

Signore Gesù,
nel faticoso cammino verso il tuo regno d’amore,
fa’ che nessuno ci faccia deviare dalla mèta
che tu ci hai indicata nel Vangelo.
Donaci il tuo aiuto, affinché,
nel vivere la tua Parola,
non ci scoraggino l’odio dei nemici,
né il tradimento dei fratelli.
Concedici la forza di essere fedeli al tuo amore,
di amare coloro che non ci amano,
di illuminare quelli che sono nell’errore
e di perseverare, senza tentennamenti,
sulla via che conduce alla gioia senza fine,
vivendo e realizzando il Tuo Progetto di Amore
lì dove tu ci chiami a vivere.
Amen.


AUTORI: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 24 Novembre 2021
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 24 Novembre 2021