Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 23 Novembre 2021

25

Gli uomini spesso cercano un idolo in cui riporre fiducia, e—come insegna tristemente la storia—finiscono per trovarlo o in persone, o in istituzioni che si autoproclamano volute da Cristo stesso, mentre in realtà contraddicono la fede autentica. Gesù ci avverte: “Non andate dietro a loro”, perché l’unica sequela è quella da lui indicata, dietro all’unico maestro.

Per riflettere

Ascoltiamo con fiducia il Signore o ci lasciamo ingannare da falsi profeti? A chi non dobbiamo dare retta nella nostra vita?

Preghiera finale

Signore nostro Gesù Cristo,
maestro di verità e di giustizia,
di amore e di pace,
noi ti ringraziamo
di averci chiamati a seguirti.
Gesù maestro,
venga quel Regno che ci stai preparando,
per trasformare in gioia
la nostra fatica quotidiana.
Amen.


AUTORI: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi

Articolo precedentedon Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 23 Novembre 2021
Articolo successivola Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 23 Novembre 2021