Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 21 Giugno 2020

154

Medita

Gesù ci sprona a vivere con coerenza la nostra fede, poiché dall’atteggiamento che avremo assunto nei suoi confronti durante la nostra esistenza terrena dipende il nostro destino eterno.
Dalla nostra vita quotidiana, dal “riconoscerlo” fin da quaggiù, dipende il proseguimento del nostro cammino ultraterreno dove egli confermerà, davanti al Padre, la scelta operata da ciascuno sulla terra, con tutte le sue conseguenze.
Comportiamoci quindi come testimoni di Cristo, dovunque ci troviamo e nelle varie circostanze della vita, in modo da essere degni della salvezza eterna e da aiutare coloro che cercano il Signore a trovarlo.

Rifletti

Hai mai rinnegato davanti ad amici e conoscenti la tua fede cristiana? Se sì, perché?

Prega

Non ho paura, valgo per Te più di molti passeri.
Non temo, sono nelle tue mani, Dio,
dalle tue mani ogni giorno spicco il volo,
nelle tue mani il mio volo terminerà.
Non avrò paura, a Te sta a cuore
chi fa un piccolo passo alla volta,
senza sapere la distanza.
Non avrò timore, a Te sta a cuore
il mio soffrire per poter cambiare,
il mio sforzo per poter guarire.
Non avrò paura, a Te sta a cuore
chi è fedele al poco e al mistero,
chi mantiene il cuore aperto nella lunga attesa.
Per me, o Dio, so che prepari un nido, una carezza,
un vento che sostenga il mio volo.
Amen.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER