Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2020

75

Medita

Una notte strana, che comincia con un miracolo al letto della suocera di Pietro; la quale si alza, guarita della grande febbre, e si mette a servire Gesù e i suoi compagni. Anche noi facciamo esperienza che la febbre, appunto, cresce al calar della sera…
La miracolata del vangelo, una volta in piedi, non esce per gridare alle vicine di casa, come quella che aveva ritrovato la dramma smarrita, tutta la sua gioia. Anche lei aveva smarrito qualcosa, la salute, ma è il Signore Gesù che gliela ha ritrovata e ridata. Allora l’unica cosa da fare è servire Lui, che avrà fame, essendo sera. Ci si può chiedere se il suocero di Pietro, nella stesse circostanze della moglie, si sarebbe comportato con la medesima solerzia verso il suo prossimo, ma il discorso ci porterebbe lontano.
Poi la scena si popola: la voce si sparge e tutti i malati, in mezzo ai quali non mancano gli indemoniati, vengono portati da Gesù. Lui guarisce i malati e caccia i demoni. Non dorme, ma per tutta la notte si mette al servizio dei fratelli, come hanno fatto i medici che si sono trovati a curare i contagiati dalla pandemia: fino sul far del giorno. Dopo, il Signore vorrebbe ritirarsi ed è necessario che metta avanti la vera ragione dei miracoli che fa: essi sono una buona notizia, la notizia del regno di Dio. Anche noi dobbiamo chiedere, oltre che i miracoli, anche l’annuncio del Regno di Dio. Per questo Gesù ci è stato mandato.

Rifletti

Il servizio nasce dalla guarigione. Non ci mettiamo al servizio degli altri perché siamo buoni, ma perché siamo stati guariti. Ma per noi c’è proporzione tra la grandezza del perdono che abbiamo ricevuto, della guarigione che ci ha salvato, e il servizio che facciamo ai fratelli?

Prega

La tua misericordia Signore venga su di noi.
Tu che plasmi a uno a uno il cuore degli uomini
santifica ciascuno di essi.
E poiché i tuoi occhi sono su quelli che ti temono,
donaci la pienezza del tuo timore
e fa’ che possiamo contemplare il tuo volto.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER