Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2021

49

Gesù sta cercando riparo dalla folla per comunicare empaticamente con i suoi discepoli riguardo a quello che lo attenderà. Sappiamo quanto a volte servano dei momenti speciali per rivelarsi nel profondo. L’autore Gary Chapman, nel suo libro “I cinque linguaggi dell’amore”, considera la condivisione di momenti speciali un tipo particolare di linguaggio dell’amore. I discepoli però sembrano non capire il tentativo di Gesù, sono spiazzati, non si incuriosiscono, non fanno domande. Pensano ad altro, parlano di altro, si distraggono con questioni mondane che riguardano il potere. Succede anche nelle nostre conversazioni, quando improntate alla superficialità, al pettegolezzo, alle gerarchie di comando.

Gesù capisce e si mostra curioso di sapere cosa succede ai suoi amici, cosa si muove nel loro cuore, e li interroga. La consapevolezza dei discepoli si mostra nel loro silenzio: riconoscono la superficialità e l’insensatezza della loro conversazione e preferiscono tacere. L’amore di Gesù si mostra là e allora e qui ed ora nella sospensione del giudizio: anziché un rimprovero, ti offre un modello. Il modello opposto alla bramosia di potere è la fiducia del bambino. Il bambino crede e sa che la sua vita è nelle mani di chi si prende cura di lui. Nel binomio responsabilità-fiducia si gioca la relazione Dio-uomo.

Questo Vangelo è una catechesi sull’uso della nostra parola: sul non fare domande quando sarebbero necessarie, sul parlare invece di ascoltare, sul silenzio vile, quello per non rendere conto delle proprie parole o gesti o omissioni. (Suor Maria da Bose)

Preghiera finale

Vedi, tua madre è morta per salvarti.
Ora, se c’è una cosa che Voldemort non riesce a concepire, è l’amore.
Non poteva capire che un amore potente come quello di tua madre
lascia il segno: non una cicatrice, non un segno visibile…
Essere stati amati tanto profondamente ci protegge per sempre,
anche quando la persona che ci ha amato non c’è più.
È una cosa che ti resta dentro, nella pelle.
(Joanne Rowling)


AUTORE: Michela e Paolo Buti, Cristina e Emanuele Cattin
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi

Articolo precedentedon Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2021