Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 19 Luglio 2020

105

Medita

Gesù nella parabola di questa domenica ci rivela come agisce Dio e come si diffonde il Suo regno d’amore. La prima parabola rivela un Dio che ama la pazienza umile: un uomo esce a seminare del buon seme (è il seme della Parola, il seme della Verità, infatti il seminatore è Dio), ma mentre tutti dormono, e non sono vigili, ecco la mano malvagia del nemico che getta del seme di zizzania, un’erba infestante che non è altro che il male, con il quale gli uomini devono sempre saper convivere momentaneamente, e non soccombere. Il male c’è, ma noi dobbiamo sempre darci da fare ed essere operatori di bene. I servi vorrebbero sradicare la zizzania, ma il padrone dice loro di lasciarla fino al tempo della mietitura, perché sarà più facile riconoscerla e separarla. Dio ci ama e, poiché vuole la salvezza di tutti, concede un tempo di penitenza aspettando la nostra conversione con pazienza e usandoci misericordia.

Rifletti

O Gesù, che insegni la pazienza e la misericordia, aiutami a non essere duro, intransigente e chiuso nei confronti degli altri, ma a seguire il tuo esempio con amore e a non pretendere la perfezione nelle persone che mi sono vicine.

Prega

Donami pace e serenità,
donami pazienza e calma,
frena il mio istinto,
Signore Gesù.
Io ti invoco in questo momento di povertà,
perché desidero arrivare ad affrontare,
ogni imprevisto, ogni difficoltà, ogni
incontro con grande serenità che solo da
Te, Signore, può venire.
Tu sei il mare calmo nella tempesta,
tu sei la roccia salda nel cataclisma,
tu sei la vera pace.
Donami la Tua pace.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER