Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2020

147

Medita

Il Padre Nostro è una preghiera sobria, di poche parole, ma vere. È una preghiera di domande, che descrive l’uomo nelle sue reali condizioni, bisogni e paure.
Con queste parole Gesù insegna a chiedere le cose necessarie: il regno di Dio, il pane di ogni giorno, il perdono, la vittoria sul male. La scelta di queste richieste da parte di Gesù ci indica proprio quali siano i veri bisogni, invitandoci a lasciar perdere gli altri, perché inutili.
Il Padre Nostro è l’invocazione dei figli: se il cristiano prega con tanta dignità davanti al Padre, è perché si sente autorizzato dalla parola del Signore a riconoscerlo come tale, questa confidenza è un dono di cui ringraziarlo.

Rifletti

Riesco a chiedere perdono? E a perdonare?

Prega

Ti rendiamo grazie,
o Padre nostro,
per la vita e la conoscenza
che ci hai concesso
per mezzo di Gesù,
tuo Figlio.
Gloria a te nei secoli!
Amen.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER