Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 17 Luglio 2020

156

Medita

Per comprendere il significato di questo passo evangelico è utile guardare a chi si rivolge Matteo. La tradizione vuole che Matteo abbia predicato agli ebrei di Palestina. Il suo rivolgersi agli Ebrei lo obbliga a confrontarsi con la legge ebraica fatta di una moltitudine di precetti e regole (ben seicentotredici!). È per questo che Matteo richiama fatti del Vecchio Testamento: per far capire che l’azione di Gesù si inserisce coerentemente all’interno di un percorso di salvezza già annunciato dai profeti.
Il messaggio principale che traspare da questo passo evangelico, però, è un altro. Cosa è che ci salva?
La risposta è eloquente. Non sono le regole e le pratiche religiose a salvarci, ma è la fede in Gesù. Lui è “più grande del Tempio” perché è Dio; come si legge nel prologo di Giovanni: “In principio era il Verbo (Gesù), e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio”.
Ed è la fede che ci salva, perché chi giudica è un Dio misericordioso che non vuole sacrifici ed il cui giogo è leggero. Che imputa come peccato solamente il non accoglierlo. Si legge, infatti, ancora nel prologo di San Giovanni: “Venne fra la sua gente ma i suoi non l’hanno accolto. A quanti, però, lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio”. Di salvarsi!

Rifletti

Di fronte alle sfide contemporanee nei campi sociale, economico, politico e scientifico, riesco a testimoniare la mia fede orientando le mie scelte ad una Verità universale del bene, oppure mi limito ad una pratica rituale della religione per poi adattarmi e vivere un’etica sostanzialmente individualistica?

Prega

Maria, che con fede hai accolto l’annuncio dell’angelo
e con fede, in apparente contrasto con la promessa regale umanamente intesa,
hai condiviso la Passione del tuo figlio Gesù,
concedi anche a noi di avere fede nel Verbo incarnato
e vivere con questa fede in Dio
il quotidiano svolgersi della nostra vicenda terrena.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER