Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2020

239

Medita

Gesù ci fa il dono della pace. Ma perché Gesù dovrebbe donarci la pace? In cosa la pace di Gesù è diversa dalla pace del mondo?
La pace che ci offre il mondo è una pace senza tribolazioni: ci offre una pace artificiale, una pace che più che pace è tranquillità. Come a dire: “Per favore, non disturbarmi: io voglio essere tranquillo”. Ci anestetizza per non vedere un’altra realtà della vita: la croce. Invece la pace che dà Gesù è un regalo: è un dono dello Spirito Santo.
E questa pace va in mezzo alle tribolazioni e va avanti: non è una sorta di stoicismo, quello che fa il fachiro. È proprio un’altra cosa, è un dono che ci fa andare avanti. Tanto che Gesù, dopo aver detto questo, se n’è andato all’orto degli Ulivi perché ha detto loro: “Non parlerò più a lungo con voi, perché viene il principe del mondo”.
La pace di Dio è una pace reale, che va nella realtà della vita, che non nega la vita. Perché la vita è così: c’è la sofferenza, ci sono gli ammalati, ci sono tante cose brutte, ci sono le guerre, ma quella pace da dentro, che è un regalo, non si perde; con essa si va avanti portando la croce e la sofferenza. Con la consapevolezza che una pace senza croce non è la pace di Gesù: è una pace che si può comprare, magari possiamo fabbricarla noi, ma non è duratura: finisce.
Nella vita quotidiana, quando io mi arrabbio e perdo la pace, quando il mio cuore si turba, è perché non sono aperto alla pace di Gesù; perché non sono capace di portare la vita come viene, con le croci e i dolori che vengono: perché non sono capace di chiedere: “Signore, dammi la tua pace”. (Papa Francesco)

Rifletti

Il brano del Vangelo di oggi ci invita a chiedere a Gesù la grazia della pace, di non perdere quella pace interiore. Preghiamo perché il Signore ci faccia capire bene come è questa pace che lui ci regala con lo Spirito Santo.

Prega

Le opere dell’amore
sono sempre opere di pace.
Ogni volta che dividerai
il tuo amore con gli altri,
ti accorgerai della pace
che giunge a te e a loro.
Dove c’è pace c’è Dio,
è così che Dio riversa pace
e gioia nei nostri cuori.
(Madre Teresa di Calcutta)


AUTORE: Cristina e Emanuele Cattin, Michela e Paolo Buti
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER