Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 11 Ottobre 2021

47

La folla che circonda Gesù cerca da lui segni perché non ha fiducia in lui, e per questo Gesù dice che è malvagia. Gli abitanti di Ninive invece si erano convertiti dalla loro condotta perversa in seguito alla predicazione del profeta Giona, ma per la generazione del Figlio dell’uomo la predicazione di Gesù non basta e ha bisogno di altri segni.

La regina del Sud, nota anche come regina di Saba, una pagana, fece un lungo viaggio per verificare con i propri occhi ciò che aveva sentito a proposito della sapienza di Salomone. Rimase «senza respiro» davanti al regno di Salomone e alla sua sapienza. Gesù dice che, alla fine dei tempi, sia gli abitanti di Ninive che la regina del Sud si alzeranno contro questa generazione perché non ha creduto a lui, figlio di Dio, più grande di Giona e più grande di Salomone.

La mancanza di fede è, in se stessa, una condanna perché non fa vedere oltre il segno. Eppure quanti segni esistono e quanti significati sono custoditi come tesori in tutto il Creato! Dio aspetta solo che apriamo gli occhi e viviamo da figli e da fratelli! Dio aspetta perché non può annullare la nostra libertà di figli. Il figlio è libero: è fatto per amare e l’amore è possibile solo nella libertà.

Per riflettere

Impariamo a riconoscere la presenza di Dio in tutto oppure abbiamo bisogno di eventi straordinari? Che effetto ci fa vedere volare una farfalla? Riusciamo a contemplarla o siamo sempre presi dalla fretta di fare qualcosa?

Preghiera finale

Signore del cielo e della terra, che aspetti fin dall’inizio dei tempi
che impariamo a riconoscerti nelle tue Creature,
ti ringraziamo per quanto ci hai donato.
Padre e Madre di tutti noi, hai scritto le tue meraviglie dovunque,
nei più remoti spazi del cielo e in ogni angolo della Terra.
Donaci la capacità di imparare a leggere nelle realtà
che vediamo tutto ciò che hai così mirabilmente pensato.
Donaci lo sguardo che sa leggere, nei cuori di chi ci sta accanto,
col cuore di una madre.
Donaci la pazienza di attendere,
per accompagnare alle tue bellezze chi si è allontanato da te,
col cuore del Padre misericordioso che “da lontano lo vide e lo abbracciò”
e benedici tutti noi che ci affidiamo a te.
(Preghiera del Movimento Laudato Si’)


AUTORE: Michela e Paolo Buti, Cristina e Emanuele Cattin
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 11 Ottobre 2021
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 11 Ottobre 2021