Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 10 Luglio 2020

131

Medita

Dalla lettura di questo brano del Vangelo di Matteo, emerge in primo luogo il monito che Gesù rivolge alla comunità dei suoi discepoli, avvisandoli delle difficoltà insite nella loro missione e, nel contempo, affidando loro le direttive di comportamento futuro.
Gesù inizia il suo discorso utilizzando due similitudini: la prima, “vi mando come pecore in mezzo a lupi”, esprime la situazione difficile e pericolosa che essi dovranno affrontare durante il loro cammino, mitigata, però, dal senso di protezione insito nelle parole “io vi mando”, poste all’inizio del testo; la seconda, “siate prudenti come i serpenti e semplici come le colombe”, racchiude l’essenza dei comportamenti suggeriti da Gesù, quali l’astuzia e la semplicità, che i discepoli dovranno di volta in volta conciliare per poter fronteggiare le avversità quotidiane.

Successivamente Gesù li esorta al coraggio poiché saranno duramente perseguitati dai loro simili a causa sua, ma è solo attraverso la loro forza e resistenza che potrà realizzarsi la “testimonianza”, ovvero la possibilità di conoscere il Vangelo. La persecuzione è l’occasione per testimoniare Cristo davanti a tutti.
Gesù non promette ai suoi missionari il successo e il prestigio, ma prospetta loro un destino di sofferenze e di tribolazioni. Essi non devono preoccuparsi di fronte alle aggressioni: il discepolo è chiamato a percorrere la strada della testimonianza nel supplizio, prendendo come modello Gesù, il crocifisso risorto, e ad avere fiducia nell’aiuto e nella solidarietà di Dio (v. 20).
Ma l’odio e la violenza nei confronti dei seguaci di Gesù saranno più forti anche degli affetti e dei legami familiari: fratello contro fratello, padre contro figlio, figli contro genitori. Ma coloro che persevereranno fino alla fine, che non perderanno la loro fiducia nel Signore, saranno salvati grazie alla consolazione e al conforto della venuta del Figlio dell’Uomo. Egli si prenderà cura dei suoi messaggeri perseguitati e scacciati.

Rifletti

Quando verrà lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.

Prega

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno
e, mentendo, diranno ogni sorta di male
contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate,
perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
Così infatti hanno perseguitato i profeti prima di voi.


AUTORE: Claudia Lamberti e Gabriele Bolognini
FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER