Antonio Martí – Commento al Vangelo del 11 Settembre 2021

67

Il capitolo 6 del Vangelo di Luca, denso e semplice allo stesso tempo, che indica la strada a tutti i seguaci di Cristo, si conclude con questa serie di insegnamenti.

Come risuonano belle le parole di Gesù: “L’uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene”. E questo nonostante il fatto che nella vita non mancano sofferenze, dubbi o catastrofi, come l’alluvione che spazza via campi e case.

Ma l’uomo buono, quello che conserva nel suo cuore le parole e la vita del Signore, è capace di uscire vittorioso da ogni prova, perché la Parola del Signore è grazia che rafforza e illumina. E anche in mezzo alle difficoltà o alla sofferenza, la fede rimane, cresce e porta frutti abbondanti: fa emergere il bene nel suo cuore.

Quanto ci aiuta a scavare nel nostro cuore, affinché gli insegnamenti di Cristo giungano fino in fondo! Meditarli sempre e di nuovo nella preghiera, impararli, comprenderne il significato, chiedere allo Spirito Santo di ricordarceli e chiedere a Maria, che ha fatto della sua vita un “si faccia di me secondo la tua parola”, di aiutarci a prendere e riprendere la decisione più importante della nostra vita: desiderare di fare la volontà di Dio sempre e in tutto.

Antonio Martí


Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 11 Settembre 2021
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 12 Settembre 2021 – p. Alessandro Cortesi op