Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 25 Dicembre 2021

86

Un susseguirsi di eventi, un intreccio di combinazioni, non un’ora stabilita, non una stanza allestita, ma un momento “qualunque”… Ecco come il fragile bambino di Betlemme nasce anche nella nostra vita, oggi!
C’è posto per Gesù negli alloggi della nostra vita?

È nato per noi il Salvatore, non solo un uomo esemplare, non solo un testimone della fraternità e della pace, ma colui che ci salva. Contempliamo il bambino avvolto in fasce e lasciamoci coinvolgere dalla tenerezza di un Dio che ci vuole tutti salvi e felici, nel tempo e nell’eternità.

Auguri di buon Natale! Che possiate scorgere il segno: un bambino in una mangiatoia.


Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteLa Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 25 Dicembre 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 25 Dicembre 2021