Tu tieni la mia mano

228

Tu tieni la mia mano e mi guidi con fermezza sempre e dovunque presente al mio fianco. Mentre io vado e mi appoggio a te, tu porti il mio carico pesante…

Così tu mi mandi sempre nuova speranza e mi guidi in un mondo nuovo.

lo riconosco in ogni uomo un amico in ogni persona che incontro un fratello. Come un bimbo felice, vado giocando nel tuo caro mondo, o Dio.

(preghiera indiana)

Articolo precedentedon Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 29 Febbraio 2020
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 29 Febbraio 2020