Proposte per la “Preghiera dei Fedeli” di giovedì 9 Aprile 2020

289

C- Il Signore Gesù ci ha invitati a fare, con lui, della nostra vita, un dono d’amore ai fratelli. Per questo apriamo il nostro cuore al rendimento di grazie.

Lettore – Preghiamo dicendo:
R Donaci, Signore, il coraggio di amare.

1. Hai comandato ai tuoi discepoli di celebrare l’Eucaristia in tua memoria, per rendere presente il mistero pasquale: ti affidiamo il ministero del Papa e di tutti i ministri della Chiesa affinché siano sempre fedeli a questa grande vocazione, preghiamo:

2. Ti offri al tuo popolo come Pane di vita: infondi in coloro che ci governano, nei responsabili delle istituzioni e in coloro che sono al servizio del bene comune lo sguardo puro del tuo amore che si dona con limpida generosità, preghiamo:

3. Hai dato a noi la tua vita con amore infinito, rispondendo al tradimento con la potenza della
misericordia: sostieni chi è deluso, chi si sente offeso e tradito, chi fatica a perdonare e a risolvere antichi conflitti, preghiamo:

4. Ci hai riuniti per celebrare la santa Cena, memoriale del tuo sacrificio sulla Croce: la comunione con te ci renda nuovi e liberi di abbracciare cammini di speranza, per testimoniare a tutti il tuo amore, preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C – O Cristo, che ti sei fatto servo per amore,
aiutaci a credere che la vittoria non si ottiene
con il conflitto e la violenza, ma nell’umile dono
di noi stessi, con te, che vivi e regni nei secoli
dei secoli.

A – Amen.


MESSA NELLA CENA DEL SIGNORE

Giovedì santo
(Es 12, 1-8,11-14; 1 cor 11, 23-26; Gv 13, 1-15)

Radunati dal Signore alla sua cena, radunati nonostante le nostre infedelta e i nostri tradimenti, invochiamo il Signore, che ancora una volta per amore si consegna nelle nostre mani.

R. Radunaci, Signore!

Celebriamo questa sera, Signore, il mistero di un amore che ti spinge a consegnarti per noi e per tutti: noi ti contempliamo nel pane spezzato, noi ti benediciamo e ti ringraziamo in eterno. Ti preghiamo. R.

Celebriamo questa sera l’eucaristia, chiedendo perdono, o Signore, per tutte le volte che l’abbiamo sconsacrata, con il nostro cuore chiuso, con le nostre visioni ristrette, con la mentalità dei pochi, con la ricerca del nostro interesse. Ti preghiamo. R.

Celebriamo questa sera l’eucaristia, pregando per questa nostra comunità: sia, o Signore, fuoco acceso per tutti, luogo della fiducia e non del lamento, luogo della speranza e non della minaccia, luogo della libertà e non del soffocamento. Ti preghiamo. R.

Celebriamo questa sera l’eucaristia, ricordando i popoli in guerra. Ti chiediamo per loro la pace. Ti chiediamo che i popoli che si dicono cristiani credano alla tua parola: che dice beati non i costruttori di armi, ma i costruttori di pace. Ti preghiamo. R.

Celebriamo questa sera l’eucaristia, pensando a chi non può essere presente, ai malati, a coloro che sono nelle case di cura o nei pensionati, a coloro che hanno il cuore segnato dalla sofferenza e dalla solitudine. Il tuo pane sostenga la loro speranza. Ti preghiamo. R.

Nella notte del tradimento
ti sei chinato a lavare i piedi dei discepoli
e hai spezzato il pane dell’amicizia per noi.
Hai detto: fate questo in memoria di me.
Rendici, Signore, fedeli nella vita
al gesto dell’amore che celebriamo nelle chiese.
A te la nostra gratitudine nei secoli dei secoli.

R. Amen.