Proposte per la “Preghiera dei Fedeli” di domenica 27 Marzo 2022

384

- Pubblicità -

Questa rubrica verrà “popolata” via via che saranno rese disponibili nuove peghiere dai vari siti che le proporranno.


Fratelli e sorelle, affidiamo la nostra preghiera a Dio, che rimane fedele ai suoi figli, anche quando essi sono ingrati e infedeli.

R. Tu sei Dio paziente e misericordioso.

Hai liberato il tuo popolo, Signore, da una terra di schiavitù. Ci hai introdotti nella terra della tua promessa, nella terra dell’autentica libertà.
Fa’ che non ci lasciamo imporre di nuovo il giogo della schiavitù. Ti preghiamo. R.

Anche quando ci allontaniamo da te, Signore, tu non ti allontani dall’amore per noi. Ci hai fatti a tua immagine e noi saremo per te sempre figli. Ti preghiamo. R.

Lontano da te, Signore, lontano dalle tue vie è l’abbrutimento della dignità di figli, la distruzione della terra che ci hai affidato. Converti il nostro cuore e la nostra vita. Ti preghiamo. R.

Ancora oggi nella Chiesa fa scandalo la frequentazione di lontani e di irregolari. Tu, Signore, li ricevevi e mangiavi con loro. Fa’ che a scandalizzare, ancora oggi, non sia la meschinità, ma l’ampiezza del cuore. Ti preghiamo. R.

- Pubblicità -

Spesso abbiamo, Signore, il volto acido del figlio maggiore della parabola. Rimaniamo nella casa del Padre, ma spesso abbiamo l’aria di chi soffre la fatica delle prestazioni. Non testimoniamo con la gioia la fortuna che ci è stata donata. Ti preghiamo. R.

Tu non ci converti, Signore,
con la minaccia e le punizioni,
ma con la buona notizia
della misericordia.
Fa’ della tua Chiesa
il segno della misericordia tra gli uomini.
Per Cristo nostro Signore.

R. Amen


C – Fratelli e sorelle, supplichiamo la misericordia del Padre perché la nostra vita sia come un albero che porti frutti buoni e copiosi.

Lettore – Con umiltà imploriamo: Mostraci, Signore,la tua misericordia.

1.Per la Chiesa, popolo santo: sia fortificata nella fede e nella carità per compiere la volontà di Dio nel servizio verso il prossimo. Preghiamo:

2.Per i nostri legislatori: sappiano affrontare le sfide morali del nostro tempo facendo leggi giuste a difesa della vita, della famiglia e per il progresso sociale. Preghiamo:

3.Per tutti noi: la Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari martiri, che vivremo giovedì prossimo, sia di stimolo per testimoniare con umile coraggio la nostra fede, in famiglia e nella società. Preghiamo:

4.Per la nostra comunità: alla mensa della Parola e dell’Eucaristia si lasci trasformare profondamente per donare ai fratelli i frutti graditi a Dio: pazienza, fedeltà, perdono, amore, gioia. Preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C – O Padre misericordioso, spesso la nostra vita è come un albero con molte foglie ma senzafrutti. Tu, divino agricoltore, non ti stancare di lavorare il terreno della nostra anima e di scuotere la nostra pigrizia con la potenza del tuo Spirito d’amore. Per Cristo nostro Signore.

A -Amen.


4ª DOMENICA DI QUARESIMA
(Domenica «laetare»)

FRA MISERIA E MISERICORDIA

RICHIESTE DI PERDONO

  • Signore, non crediamo che tu sia più grande delle nostre colpe. Abbi pietà di noi.
  • Cristo, non siamo capaci di imitare la tua misericordia verso i fratelli. Abbi pietà di noi.
  • Signore, non sappiamo essere sinceri con noi stessi e continuiamo a nasconderci le nostre miserie. Abbi pietà di noi.

PREGHIERA UNIVERSALE

Celebrante. Il ritorno a Dio da peccatori non è un momento di tristezza, ma di gioia. Egli desidera riconciliarsi con noi, prima ancora di averci giudicato. Preghiamo insieme e diciamo:
Signore, non siamo degni: perdonaci.

  • Perché non crediamo di essere migliori dei nostri fratelli lontani soltanto perché frequentiamo la tua casa. Preghiamo.
  • Perché dissoluzione e disordini non ci impediscano di ricordare che siamo tuoi figli, chiamati a raccogliere l’eredità del Regno. Preghiamo.
  • Perché la consapevolezza del tuo amore ci aiuti a coltivare le virtù della pazienza e della perseveranza. Preghiamo.
  • Perché in Cristo sappiamo scorgere l’umanità per come tu hai desiderato che fosse. Preghiamo.

Celebrante. O Padre, nulla se non il nostro egoismo è in grado di separarci da te. Aiutaci a non fuggire dal nostro passato e a non temere il nostro futuro, ma a fidarci di te, mettendo tutto nelle tue mani. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.

Fonte

Articolo precedenteAlmanacco di mercoledì 23 Marzo 2022
Articolo successivoCatechisti Parrocchiali – Commento al Vangelo del 27 Marzo 2022 per bambini e ragazzi