Proposte per la “Preghiera dei Fedeli” di domenica 17 Aprile 2022

226

- Pubblicità -

Questa rubrica verrà “popolata” via via che saranno rese disponibili nuove peghiere dai vari siti che le proporranno.


Nella gioia per la luce che ha sconfitto le tenebre, per la vita che ha sconfitto la morte, invochiamo vita, luce e salvezza per tutta l’umanità.

R. Noi ti benediciamo, Signore.

Signore Gesù, nella notte della morte e del grande abbandono il Padre ti ha risuscitato con la forza dello Spirito, Tu sei la luce nuova. Tu illumini di speranza LI nostro faticoso cammino. Ti preghiamo. R.

Signore Gesù, la tua risurrezione apre le nostre terre di schiavitù. Custodisci la nostra libertà e la nostra fierezza. Dona libertà a ogni uomo e a ogni donna, a ogni popolo sulla terra. Ti preghiamo. R.

Signore Gesù, ti sei manifestato risorto a Maria di Magdala, hai consolato il suo pianto. In mezzo ai drammi del nostro vivere quotidiano tu ci consoli con la tua presenza e con la tua amicizia. Ti preghiamo. R.

Signore Gesù, tu ci chiami alla libertà, alla giustizia, alla pace; ma ci chiami anche all’amicizia. In un mondo assediato dall’efficientismo e dai calcoli umani, insegnaci la gratuità degli affetti, la fedeltà dei sentimenti. Ti preghiamo. R.

- Pubblicità -

Signore Gesu, uscendo dalla tomba, come Noè dall’arca, hai fatto brillare un arcobaleno di pace. Benedici gli sforzi di coloro che oggi nel mondo tessono pazientemente e insonnemente le vie della giustizia e della pace. Ti preghiamo. R.

Allontana la nostra vita, Signore,
dalle visioni del fallimento e della morte.
Dona speranza ai cuori delusi
e fa’ che tl serviamo
sostenendo la speranza,
sorreggendo la vita,
perché tu sei il segno del Dio vivente,
ora e sempre.

R. Amen.


Celebrante. Pasqua è la massima festa di noi cristiani: Gesù risorto vive per sempre, un mondo nuovo è cominciato con lui. Nella Preghiera dei fedeli chiediamo al Padre che la forza liberatrice di questo evento ci trasformi.

Lettore. Preghiamo insieme: Signore, vita e risurrezione nostra, ascoltaci.

1. Preghiamo per la santa Chiesa di Dio. La tomba di Cristo, trovata vuota, è diventata la culla della Chiesa e di una nuova umanità.
Perché i credenti sappiano annunciare al mondo con gioia e gratitudine la risurrezione del Signore, e il loro messaggio sia persuasivo e bene accolto dagli uomini, preghiamo.

2. Per il Papa, i vescovi, i sacerdoti e i cristiani che prolungano l’opera del Cristo, e propongono al mondo la novità del Regno di Dio. Perché siano i testimoni coraggiosi che indicano un futuro di speranza, e orientino gli incerti alla strada che porta a Cristo Signore, preghiamo.

3. Per le nostre famiglie. È bello pensare che l’evento pasquale viene celebrato in ogni casa, per la gioia di piccoli e grandi, nella sincerità e nella verità. Perché sappiamo condividere il dono del Signore con una festosa ospitalità estesa anche ai poveri, ai dimenticati e ai sofferenti, preghiamo.

4. Per i cristiani presi nella morsa del dubbio, per gli increduli che vorrebbero credere, per tutti quelli che cercano con passione la verità. Perché illuminati dalla grazia di Cristo, primizia dei risorti, tutti gli incerti possano giungere a scoprire la Pasqua come primavera della storia e del mondo, preghiamo.

5. Per la nostra comunità (parrocchiale), che al mattino della Pasqua riconosce con gioia, nel pane spezzato e condiviso, il Cristo risorto per noi. Perché sappiamo liberarci dalle incrostazioni del tempo e dalla tiepidezza, e ritrovando lo slancio dei primi cristiani, giungiamo a contagiare coloro che ci vivono accanto, preghiamo.

Celebrante. O Padre, nella Pasqua, centro e cuore della fede, conferma la nostra speranza in una vita al di là della morte. Fa’ che non ci lasciamo più vincere dal timore, ma collaboriamo a costruire un mondo migliore di fratelli rinnovati in Cristo. Lui che vive e regna nei secoli dei secoli.


Articolo precedenteEsegesi e meditazione alle letture di domenica 17 Aprile 2022 – don Jesús GARCÍA Manuel
Articolo successivoCommento al Vangelo del 17 Aprile 2022 – mons. Beniamino Pizziol, Diocesi di Vicenza