Questa rubrica verrà “popolata” via via che saranno rese disponibili nuove peghiere dai vari siti che le proporranno.


Cristo è il re dell’universo e il Signore della Chiesa.
Rivolgiamo a lui la nostra fiduciosa preghiera,
perché tutto il mondo si rinnovi nella giustizia e nell’amore.

R. Gesù Signore, ascoltaci.

Per la santa Chiesa, perché unita in Cristo, mite re di pace,
esprima alla luce del vangtelo la giustizia nuova
che egli ha promulgato dalla croce, preghiamo. R.

Per i pastori del popolo di Dio, vescovi, presbiteri, diaconi,
perché siano imitatori
di colui che è venuto non per essere servito, ma per servire, preghiamo. R.

Per la società in cui viviamo,
perché riconosca in ogni essere umano la presenza del Figlio di Dio,
che un giorno verrà a giudicare il mondo, preghiamo. R.

Per tutti i fratelli che portano, come noi, nella loro anima
il segno della contraddizione e del peccato,
perché non esitino ad affidarsi alla regalità di Cristo,
esigente ma liberante, preghiamo. R.

Per gli uomini vicini alla morte,
perché illuminati e guidati dalla speranza immortale ricevuta in dono nel Battesimo,
si aprano alla contemplazione del volto di Cristo, preghiamo. R.

Signore Gesù,
che sulla croce hai spezzato il giogo del peccato e della morte,
estendi a tutti noi la tua signoria di grazia e di pace;
donaci la certezza che ogni umana fatica
è un germe che si apre
alla realtà beatificante del tuo regno.
Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

R. Amen.


Rivolgiamo a Dio la nostra preghiera. Egli sa di che cosa siamo plasmati, non ci tratta secondo le nostre colpe, non ci ripaga secondo le nostre colpe.

R. Dilata il nostro cuore, Signore.

Ricordati, Signore, della tua Chiesa. Nel mondo si riveli non come il luogo del giudizio, ma come il luogo in cui si manifesta la tua pietà, la tua compassione, la tua fiducia senza confini. Ti preghiamo. R.

Ricordati, Signore, di noi: la fragilità, gli errori, gli smarrimenti che incontriamo nelle persone a noi vicine, riportino alla nostra memoria la nostra fragilità, i nostri errori, i nostri smarrimenti. Ti preghiamo. R.

Ricordati, Signore, della nostra società, più incline a condannare che a perdonare, a stroncare che a promuovere. Donaci il tuo Spirito che non spezza la canna incrinata. Ti preghiamo. R.

Ricordati di noi, Signore, quando parliamo come se fossimo infallibili, quando progettiamo come se fossimo eterni: ricordaci sempre che siamo povera argilla modellata dalle tue mani. Ti preghiamo. R.

Ricordati, Signore, dei popoli che vivono ore di violenza, di distruzione, di sopraffazioni a causa dei fanatismi e delle intolleranze. Apri giorni di rispetto e di comprensione reciproca. Ti preghiamo. R.

Non si cancelli, Signore, dalla nostra memoria
il ricordo della tua misericordia e della tua grazia
e ci renda testimoni e strumenti nel mondo
del tuo perdono e della tua pace.
Per Cristo nostro Signore.

R. Amen.


C – Fratelli e sorelle, il Padre buono e grande nell’amore esaudisce la pr$liera di chi si rivolge a lui con fiducia. Apriamo il nostro cuore
alla preghiera.

Lettore Diciamo insieme. Donaci, Padre, un cuore nuovo.

1. Perché la Chiesa sia autentica e credibile testimone dell’amore di Dio e, nel dialogo con le diverse Confessioni cristiane, sappia trovare modalità nuove di evangelica collaborazione a favore degli uomini del nostro tempo, preghiarno:

2. Perché i governanti affrontino con audacia evangelica i problemi generati dalla pandemia, mettendo al centro le giuste attese delle famiglie e dei lavoratori, preghiamo:

3. Perché le vittime dl guerre, persecuzioni e fame, costrette a lasciare le loro terre, trovino nella nostra carità la gioia per riconoscersi fratelli e sorelle in Cristo, preghiamo:

4. Perché la nostra comunità sappia accogliere dalla parola del Vangelo l’ispirazione per una vita all’insegna della gratuita e sostenuta della grazia, preghiamo: Intenzioni della comunità locale.

C – Insegnaci, Padre buono, a vivere ogni giorno secondo il tuo Spirito. Fa’ che il nostro perdono al fratello che ci offende sia per tutti un segno del tuo amore e della tua riconciliazione. per Cristo nostro Signore,

A Amen.


1. TU, SIGNORE SEI PADRE, ami e perdoni sempre e gratuitamente e noi siamo tutti fratelli: concedi alle comunità cristiane di essere intimamente unite a te per ricevere in dono la mite forza del Vangelo, con la quale vivere relazioni risanatrici.

2. DIO DI PIETÀ E DI COMPASSIONE, infondi nei governanti uno sguardo lucido sulle vere priorità delle scelte politiche e sociali, che sostenga e promuova tutti gli ambiti e le fasce di vita, a partire da quelle più deboli.

3. TU SEI MISERICORDIA e sollevi l’indigente prostrato da endemiche ingiustizie e violenze: dona la tua luce a chi ne è più direttamente responsabile, perché giunga un’era di fraternità e di pace.

4. TU SEI IL BENE che vuoi infondere nell’umanità: ti affidiamo il mondo della scuola, perché le nuove generazioni vengano formate alla costruzione della civiltà dell’amore e al rispetto del creato.

5. TU SEI AMORE E CARITÀ e vinci il male e la discordia: concedi a noi qui presenti il tuo santo Spirito, perché in pensieri, parole e azioni mettiamo la tua grazia a servizio dei fratelli.

(per la Diocesi di Chiavari):

6. TU SEI TUTTO, RICCHEZZA NOSTRA A SUFFICIENZA: in spirito di gratitudine a te, Padre, ci uniamo oggi alla nostra Diocesi che accoglie il dono del presbiterato dei nostri fratelli Andrea e Jacopo: sii sempre tu al centro del loro cuore e del loro ministero, come unico tesoro prezioso.