Preparazione per la Comunione

96

Atto di fede

Signore mio Gesù Cristo, io credo con tutta l’anima che Tu sei realmente presente nel santissimo Sacramento dell’altare in Corpo, Sangue, Anima e Divinità.

Perciò Ti adoro in esso, e Ti riconosco per il mio Creatore, Signore, Redentore, e per il mio sommo, unico Bene.

In quell’Ostia consacrata

sei presente, o Gesù mio,

vero uomo e vero Dio,

nostro amabil Salvator.

Atto di speranza

Signore, io spero che, donandoTi tutto a me in questo divin Sacramento, mi userai misericordia e mi concederai tutte le grazie che sono necessarie per la mia eterna salute.

Da Te spero, o Gesù caro,

poiché sei bontà infinita,

il tuo aiuto in questa vita,

e l’eterna gloria in Ciel.

Atto di carità

Signore, io Ti amo con tutto il cuore sopra ogni cosa, perché sei il mio Padre, il mio Redentore, il mio Dio infinitamente amabile; e per amor tuo amo il prossimo mio come me stesso, e perdòno di cuore a quelli che mi hanno offeso.

O mio sommo, unico Bene,

dono a Te tutto il mio cuore:

Tu l’accetta, e per tuo amore

il mio prossimo amerò.

Atto di contrizione

Signore, io detesto tutti i miei peccati, perché sono Tua offesa e mi rendono indegno di riceverTi nel mio cuore: propongo con la tua Grazia di non commetterne più per l’avvenire, di fuggire le occasioni e di farne penitenza.

Delle tante a tante colpe

il mio cuore, o Dio, si pente:

e propone fermamente

di mai più, mai più peccar.

Atto di desiderio

Signore, io desidero ardentemente che Tu venga nell’anima mia, affinché la santifichi e la faccia tutta tua per amore, tanto che non si separi più da Te, ma viva sempre nella tua Grazia.

Vieni, vieni, o Gesù buono,

al tuo Cuore unisci il mio:

fa’ che stretto a Te, mio Dio,

solo viva per tuo amor.

Atto di umiltà

Signore, io non sono degno che Tu venga dentro di me, ma di’ una sola parola e l’anima mia sarà salva.

O Signore, io non son degno

che Tu venga nel mio petto:

ma Tu parla, e un sol tuo detto

l’alma mia risanerà!