Persino noi siamo caduti su banchine affollate, nella trappola di un altro corpo umano — siamo stati vivi persino noi — per distrazione o troppo amore: vinte le scommesse, facendo il voto delle labbra — quasi astretti viso a viso in una stella noi lottavamo — ma era quello il giorno, quella la terra vera dell’umano per illuderci al mondo, trasmigrare.