Preghiera dei fedeli per la XXVII Giornata Mondiale del Malato

2639

Preghiera dei fedeli

Fratelli carissimi,

la gratuità con la quale siamo stati salvati da Cristo ci chiama a una duplice risposta: l’accoglienza di questo dono e l’impegno ad annunciare che il Regno dei cieli è vicino. Fiduciosi, rivolgiamo al Padre la nostra preghiera.

L. Preghiamo insieme e diciamo: Ascoltaci, o Signore.

  • Perché sappiamo sempre riconoscere nel Papa, successore di Pietro, il dono di fedeltà che Cristo ha fatto alla Chiesa Sua Sposa, e viviamo la comunione ecclesiale come segno di speranza e di salvezza, preghiamo. Rit.
  • Perché la Chiesa sia sempre aperta ad accogliere la novità gratuita e l’azione dello Spirito e, superando ogni diffidenza e timore, giunga ad ogni periferia del mondo, preghiamo. Rit.
  • Perché tutti coloro che soffrono per malattia, invalidità, divisioni familiari e altre situazioni di dolore, possano sentire sempre la linfa vitale che viene dall’unica vite che è Cristo, preghiamo. Rit.
  • Perché le famiglie cristiane siano la prima cellula che accoglie, custodisce, protegge la vita in ogni momento dell’esistenza e abbiano sempre la forza per affrontare le malattie, acute o croniche, preghiamo. Rit.
  • Perché gli operatori sanitari, e le strutture in cui operano, siano sempre attenti al volto di Cristo presente in ogni persona umana, testimoniando l’amore gratuito con cui tutti siamo amati, preghiamo. Rit.
  • Perché santa Madre Teresa di Calcutta, san Luca, medico ed evangelista, san Raffaele Arcangelo, sant’Antonio, san Camillo e san Giovanni di Dio, santa Gianna Beretta Molla, san Giuseppe Moscati, san Padre Pio e gli altri Santi e Beati medici, guaritori e taumaturghi accompagnino con la loro preghiera il nostro cammino, e ci siano di aiuto nella malattia e nella cura, preghiamo. Rit.
  • Perché coloro che hanno in mano le sorti del buon governo delle nazioni e delle città ricordino che c’è più gioia nel dare che nel ricevere e sappiano suscitare prassi concrete di fraternità, giustizia e bene comune, preghiamo Rit.
  • Perché tutti noi, trasformati dalla grazia, ci riconosciamo testimoni della Buona novella e siano sempre docili all’azione dello Spirito Santo, preghiamo. Rit.

C. Apri, o Signore, il nostro cuore al tuo mistero d’amore e donaci la consolazione di sapere che la nostra preghiera è a te gradita e da te accolta. Per Cristo nostro Signore.

T. Amen.