Messaggio di tenerezza

243

Questa notte ho fatto un sogno,
ho sognato che ho camminato sulla
sabbia accompagnato dal Signore
e sullo schermo della notte erano
proiettati tutti i giorni della mia vita.

Ho guardato indietro e ho visto che
ad ogni giorno della mia vita,
apparivano due orme sulla sabbia:
una mia e una del Signore.

Così sono andato avanti, finché
tutti i miei giorni si esaurirono.

Allora mi fermai guardando indietro,
notando che in certi punti
c’era solo un’orma …

Questi posti coincidevano con i giorni
più difficili della mia vita;
i giorni di maggior angustia, di maggiore
paura e di maggior dolore.

Ho domandato, allora: “Signore,
Tu avevi detto che saresti stato con me
in tutti i giorni della mia vita, ed io
ho accettato di vivere con te,
perché mi hai lasciato solo proprio
nei momenti più difficili?”

Ed il Signore rispose:
“Figlio mio, Io ti amo e ti dissi che
sarei stato con te e che non ti avrei
lasciato solo neppure per un attimo:
i giorni in cui tu hai visto solo un’orma
sulla sabbia, sono stati i giorni in
cui ti ho portato in braccio”.

Margaret Fishback Powers

Articolo precedenteContemplare il Vangelo di domenica 27 Maggio 2018 – Mt 28,16-20
Articolo successivoCommento al Vangelo del 27 Maggio 2018 – don Domenico Bruno