Nasce in Italia il «Cammino Laudato si’», una nuova via di pellegrinaggio che unisce la valorizzazione del territorio e un approccio esperienziale ai temi dell’ecologia integrale.

A lanciare l’iniziativa è l’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro, in collaborazione con l’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport e la diocesi di Tursi-Lagonegro, in occasione del 25° anniversario del Progetto Policoro, voluto dalla Cei per formare i giovani ad evangelizzare il lavoro e a creare impresa.

Lungo 150 chilometri, l’itinerario parte da Castelluccio Inferiore, all’interno del Parco nazionale del Pollino in provincia di Potenza, e arriva a Policoro, nel materano, sulla spiaggia ionica.

Attraverso bellissime cittadine, borghi antichi e paesaggi incontaminati, tra arte, cultura e tradizioni, il Cammino vuole promuovere una riflessione sull’Enciclica Laudato si’ in modo non astratto, ma per immersione, coniugando conoscenza, contemplazione, incontro, spiritualità e cura del Creato.

Nei prossimi mesi sarà disponibile un sussidio per la preghiera e la meditazione, scaricabile dal sito dell’Ufficio CEI per la pastorale sociale e il lavoro, destinato a singoli e gruppi che vogliano mettersi in cammino.

Nell’estate 2021, (emergenza sanitaria permettendo), è in programma un primo pellegrinaggio per i giovani del Progetto Policoro e per i seminaristi italiani. L’educazione all’ecologia integrale è on the road.