OBLIVION – Ecco magari questo no

452

La canzone degli OblivionMagari questo no“, punta il dito con ironia alla lettura letterale di testi che hanno bisogno di ben altre chiavi di comprensione. Nella Bibbia si dice infatti che si può vendere la figlia come schiava (Esodo 21), e l’omosessuale va lapidato (Levitico 20).

“Magari questo no/ Magari andiamo oltre”, cantano gli Oblivion: “Non fare il cavernicolo/ Non scordare il contesto/ cercando un pretesto ridicolo”. Perché, ricordano: “Se Dio dice che è un abominio/ Lo stesso Dio ti ha fatto con il raziocinio”.

La canzone è ironica e al tempo stesso una sfida per chi, a vario titolo, ha a cuore il sentimento religioso delle persone. La presenza nei testi sacri di frasi che autorizzano la violenza può portare, insieme a una presa di distanza di quelle frasi, anche un allontanamento dal suo “contenitore”, che in questo caso è proprio la Bibbia.

La canzone è tratta dallo spettacolo LA BIBBIA RIVEDUTA E SCORRETTA, che merita, a tratti dissacrante ma che proprio per questo permette di riesaminare il nostro grado di comprensione di alcune tra le storie più famose, in particolare del libro della Genesi.

Testo tratto dalla Newsletter di Lorenzo Galliani.