Pubblicità
Home / Libri / Timothy Radcliffe – Alla radice la libertà. I paradossi del cristianesimo

Timothy Radcliffe – Alla radice la libertà. I paradossi del cristianesimo

Amore e sesso, scuola, Chiesa e abusi su minori, migranti…
La luce del Vangelo sulle grandi questioni dell’attualità secondo Timothy Radcliffe, uno dei più noti autori cattolici

«La mia primissima lezione di teologia fu che Dio non è una potente persona invisibile, in cui alcune persone credono e altre no. Dio è il mistero profondo che si annida in ogni amore». 
Con questo inizio fulminante si apre il nuovo libro di Timothy Radcliffe, teologo e biblista inglese, considerato uno degli autori cattolici più autorevoli a livello internazionale. Già Maestro generale dell’Ordine dei Frati Predicatori (domenicani), padre Radcliffe affronta nel nuovo libro Alla radice la libertà. I paradossi del cristianesimo (Editrice Missionaria Italiana, pp. 160, euro 15,00) moltissime delle questioni scottanti sollevate dal confronto tra modernità e fede cristiana.

Ad esempio, sul celibato dei religiosi, Radcliffe annota – con il suo tipico humor inglese – come sia decisivo mostrare la ragione di questa scelta: «C’è qualcosa di scioccante, di sorprendente, nel nostro voto di astenerci dal sesso. Ha senso unicamente se si crede nel regno di Dio. Ma sarà visto come un segno del Regno solo se ci vedranno felici in questa vita da celibi. O è un modo di amare, o fa male alla salute».

Radcliffe affronta anche molte altre questioni, per esempio come sia possibile restare membri della Chiesa quando vengono alla luce tanti episodi di abusi di religiosi su minori. Radcliffe annota di fronte a questi scandali: «È del tutto comprensibile che molte persone vogliano andarsene e non avere mai più nulla a che fare con la chiesa. […] Alcuni potrebbero essere tentati di dire: “Al diavolo la chiesa! Mi manterrò fedele solo a Gesù”. Ma così non funziona. Gesù ha scandalizzato le brave persone formando una comunità con la feccia della società, con le prostitute, con i pubblicani, con quelli che riscuotevano le tasse per il nemico. Di fatto ha dichiarato: se vuoi appartenere a me, devi appartenere a loro. […] La chiesa è, de è sempre stata, una comunità di peccatori. Ma è anche la comunità dei santi. Appartenere alla chiesa significa essere fratello di Francesco d’Assisi, Domenico, Caterina da Siena, Teresa d’Avila, Giovanni della Croce, Teresa di Calcutta e milioni di martiri e di santi. Tutti costoro, non meno di quelli che hanno commesso abusi sessuali, sono membri della nostra comunità».

In quanto docente per lungo tempo a Oxford, Radcliffe dedica un capitolo del suo testo alla scuola, «Insegnare è un gesto di amicizia»: «Credo che la ricerca della verità sia una sorta di storia d’amore. Amore per la verità. Amore, se sei insegnante, per la materia che insegni. Forse anche amore per i tuoi studenti. E infine, la cosa più difficile: l’amore per coloro con cui non sei d’accordo».

Infine, sul tema «caldo» dei migranti, Radcliffe afferma la necessità di far sentire a casa gli stranieri che bussano alle porte del ricco Occidente contestualmente alla necessità di non lasciare indietro nessuno nella nostra società: «Il nostro impegno a far sentire a casa loro i migranti è inscindibile dal desiderio di far sentire a casa propria anche i nostri poveri». L’apertura allo straniero è un elemento che arricchisce la propria identità: «Lo straniero apre un po’ di più la nostra identità all’umanità intera. Diveniamo più cattolici, più universali. La nostra identità viene allargata, veniamo liberati dal nostro senso ristretto del “chi siamo noi”». 

Timothy Radcliffe, domenicano inglese, teologo, già Maestro generale dei domenicani (dal 1992 al 2001), è considerato uno degli autori cattolici più autorevoli a livello internazionale. Apprezzato conferenziere, nel 2015 è stato nominato da papa Francesco consultore del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Risiede a Oxford, dove è stato insignito dalla locale università del titolo di «Doctor of Divinity», il più alto titolo accademico del celebre ateneo britannico. Emi ha già pubblicato due suoi libri: La via della debolezza. Con Gesù sul cammino della salvezza e Il bordo del mistero. Aver fede nel tempo dell’incertezza.

ACQUISTA IL LIBRO SU

Acquista su Libreria del Santo Acquista su Amazon Acquista su Ibs

Check Also

Passione – Paolo Crepet (Recensione di don Gaetano Amore)

Una delle insidie più pericolose e sottovalutate della nostra epoca, in cui le nuove tecnologie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.