Resurrezione – Lev Tolstoj

96

L’ultimo romanzo scritto da Tolstoj fu Resurrezione (1889-1899). Il protagonista, l’affascinate principe Dmitrij Ivanovic Nechljudov, è chiamato a fare il giurato al processo dove viene condannata una donna, la prostituta imputata di omicidio Katjuscia Maslova. Dmitrij riconosce in lei la ragazza conosciuta e sedotta dieci anni prima che era mezzo cameriera e mezzo figlia adottiva delle sue zie. Copertina del libroNechljudov è un tipo inquieto, si rende conto di aver avuto una grossa responsabilità nella sorte di Katjuscia. Sentendosi in colpa decide di sposarla e si adopera per salvarla dalla condanna. Katjuscia, inasprita dalla vita, diffida delle offerte di Nechljudov. Divorato dal rimorso, abbandona la sua vita di agiato possidente per seguirla nei lavori forzati in Siberia. Katjuscia ritrova lentamente l’antica dignità, mentre Nechljudov sente acutamente l’abisso tra i diseredati e la società che li condanna senza appello. Ottenuta infine la grazia per Katjuscia, rinnova la sua domanda di matrimonio, ma Katjuscia…
Questo ultimo grande romanzo dell’autore russo offre una riflessione sulla condotta morale dell’uomo e mostra le condizioni della società del periodo. Non è solo un romanzo di denuncia di violenze e crimini, ma è anche uno straordinario romanzo d’amore e di riscatto sociale.
Dopo penose ricerche (e aver visto il film anni ’40, credo, e la fiction della Rai tanti anni fa) l’ho finalmente trovato e letto tutto d’un fiato.
Mi è piaciuto tantissimo, è un romanzo che provoca mille reazioni dalla commozione, alla rabbia, alla compassione per il trattamento riservato ai detenuti. Sono rimasta affascinata da Dmitrij, forse il primo personaggio letterario che mi ha colpito (dopo Darcy). Questo romanzo mi piace forse perché è ambientato in Russia, infatti io adoro i libri ambientati in quel misterioso, affascinante e sterminato paese. Comunque è assolutamente un libro da leggere e poi non ci si può far scappare un bel romanzo, un grande classico della letteratura come questo e scritto da uno dei più grandi autori russi e mondiali.
Fonte: I Classici

Acquista il libro su Libreria del Santo (9,80 €)

Ascolta l’approfondimento della trasmissione radiofonica “365 libri da leggere prima di morire” (RSI Radio svizzera – Rete Due)

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 1 novembre 2009 – don Fabio Rossini
Articolo successivoAggiornamenti Twitter del 2009-10-29