Perché dobbiamo dirci cristiani. Il Liberalismo, l’Europa, l’etica

65

Presentazione audio in mp3 e ra del libro di Marcello Pera (Ed. Arnoldo Mondadori).

  • Roberto Fontolan – Direttore de “Il Velino”
  • Camillo Ruini – Vicario Pontificio della Diocesi di Roma
  • Massimo D’Alema – Presidente della Fondazione Italianieuropei
  • Marcello Pera – autore del libro

Sintesi del libro

“Perché dovremmo dirci cristiani? Oggi siamo liberali, e perciò non c’è bisogno di rivolgersi al cristianesimo per giustificare i nostri diritti e libertà fondamentali. Siamo laici, e perciò possiamo considerare le fedi religiose come credenze private. Siamo moderni, e perciò crediamo che l’uomo debba farsi da sé, senza bisogno di guide che non derivino dalla sua propria ragione. Siamo figli della scienza, e perciò ci basta il sapere positivo, provato e dimostrato. In Europa stiamo per unificarci, e dunque dobbiamo evitare di dividerci menzionando il cristianesimo fra le radici dell’identità europea. In casa nostra stiamo integrando milioni di islamici, e dunque non possiamo chiedere conversioni di massa al cristianesimo. Dentro le nostre società occidentali stiamo attraversando la fase della massima espansione dei diritti, e dunque non possiamo consentire che la Chiesa interferisca e ne ostacoli il godimento. E così via. Questo libro intende rifiutare tutti questi perciò e dunque. Non c’è dubbio che siano diffusi: li leggiamo sui libri e sui giornali, li sentiamo alla televisione e nelle aule universitarie, li ascoltiamo dalla voce di tanti intellettuali, li vediamo all’opera nell’azione di tanti politici. Ci bombarda da così tante parti, questa negazione della religione, in particolare questa apostasia del cristianesimo, che c’è solo da meravigliarsi che qualcuno ancora si opponga.” Il volume è introdotto da una lettera inviata all’autore da papa Benedetto XVI.

Ascolta la presentazione

Download del file mp3 (attivo per tre settimane, quindi sarà inutilizzabile)

Fonte: Radio Radicale
Licenza Creative Commons

UPDATE del 10/12/2008

Il card. Ruini, D’Alema e Marcello Pera, autore del libro edito da Mondadori, si sono confrontati a Roma, nella sede de Il Tempo, su liberalismo, europa e etica. In un mondo liberale, dove non c’è bisogno di rivolgersi al cristianesimo per giustificare i nostri diritti e libertà fondamentali, Marcello Pera pone con decisione la questione dell’identità, che non può fare a meno dell’esperienza cristiana.

Fonte: 105 Live – Radio Vaticana

Download del file mp3 | Durata 00:27:06:34

Articolo precedenteUna fede per un mondo da riconciliare
Articolo successivoAvvento nella Città di Gesù